Blog: http://Ruggine.ilcannocchiale.it

...E SIAMO QUI....

...per modo di dire ovviamente, che se siamo veramente qua o abbiamo la testa altrove nessuno lo sa con certezza. Nessuno lo sa mai. Ma partiamo dal principio...


Passa il tempo, il blog invecchia, diventa obsoleto e giù Twitter, Tumblr, wordpress, social etc etc etc.
Mi trovo abbastanza a mio agio con internet, anche se talvolta è difficile non farsi sotterrare. C'è troppo di tutto e alla fine rischia di venirti sempre la smania di afferrare, di prendere, accattare e mettere in saccoccia cose nuove. Saranno anni che lo uso, forse solo ora inizio a capirlo e a usarlo come uno strumento e non come una specie di surrogato di non so cosa....

Alla fine scrivere qua adesso è un diario molto più di quanto non lo fosse prima, quando scrivevamo gli affari nostri per farli sapere al nostro piccolo mondo e le piccole congreghe di blogger al limite del comunist-radicalchic si interfacciavano tra loro per tentare di sconfiggere "l'istinto della capannella" di questa piccola città!
Ora di tutto quel vociare allegro rimangono solo gli echi lontani e le luci calde e soffuse....ma nonostante le pieghe di questo web multi-culturale abbiano inghiottito molti piccoli blog gettandoli nel baratro dell'anonimato io continuo a sfogliarlo con nostalgia, a vivere e rivivere ogni pagina e assaporare il gusto dolce-amaro dei ricordi.

Trovarsi un lavoro, scegliersi un posto, circondarsi di persone fidate e andare a passo deciso verso il futuro, magari a braccetto con qualcuno che possa essere l'anima gemella...ma se questa era l'intenzione forse non ne sono mai stato convinto fino in fondo.
Tornando indietro non rimpiango molte cose, anzi non ne rimpiango quasi nessuna...è piuttosto strano come quelli che sembravano gli obiettivi di una vita poi abbiano smesso di significare qualcosa una volta che certe cose si sono rotte.
Guardare questo blog mi fa la stessa sensazione di rivedere una vecchia foto, con annessi i commenti su quanto assurdi fossero i miei vestiti dell'epoca o strano il mio taglio di capelli (ah-ah)

Metto quindi un punto, una specie di indicazione. Di quel che si legge poco più sotto oramai non c'è più nulla. Cio che c'era se n'è andato (e per sempre) oppure si è mutato in qualcosa d'altro, vivaddio forse qualcosa di migliore.

Do l'addio ad un ragazzo infelice che non si è mai goduto appieno quel che aveva...e ne accolgo uno che oramai ragazzo non è più a che ha nella testa le medesime domande e me le pone senza vergogna. Benvenuto caro...hai visto che alla fine non era così difficile? :)




Pubblicato il 28/2/2012 alle 3.28 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web